Mare soveratese: Arpacal conferma l’ok. E pubblica valori colibatteri e punti prelievo.

0
1192
valori
I valori riscontrati e i singoli punti prelievo
*L’esito delle analisi suppletive sui punti prelievo della costa jonica soveratese, che nei giorni scorsi avevano dato delle “non conformità” per la campagna di balneazione, fa rientrare la criticità. Lo comunica il dipartimento provinciale Arpacal di Catanzaro che, con posta certificata, ha notificato oggi ai sindaci di Soverato, Satriano, San Sostene e Davoli, il rientro dei valori, tranne che gli enterococchi intestinali nel punto “Don Pedro” a Soverato, rispetto a quelli limite  pari a 500 escherichia Coli, 200 enterococchi (ufc/100 ml ndr).
Ciò dimostra come il fenomeno che si è verificato nei giorni scorsi in quel tratto di costa spiegano i tecnici Arpacal, possa essere qualificato come un “inquinamento di breve durata”. Oggi inoltre i tecnici del servizio tematico “Acque” del dipartimento di Catanzaro hanno eseguito un ulteriore campionamento su quei punti del soveratese, al fine di poter attivare la procedura, prevista dalla normativa, di “scarto del dato sfavorevole” ossia di eliminare ai fini statistici, per qualità del mare nell’annualità successiva, quell’esito sfavorevole. Mercoledì prossimo, quindi, l’esito definitivo delle ulteriori indagini suppletive.
In allegato i punti prelievo e i valori riscontrati nelle suppletive (sopra in foto, ndr).
* Comunicato stampa Fabio Scavo – Ufficio Comunicazione ARPACAL – Direzione Generale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.