Soverato, Il Piccolo Principe conquista i bimbi al Comunale. Appuntamento a febbraio con Teatro da Favola.

0
1737

Intenso, convincente, coinvolgente anche nella magia semplice di luci e colori creata dalla scenografia, Il Piccolo Principe messo in scena ieri pomeriggio dal Centro Rat/Teatro dell’Acquario di Cosenza, per la regia di Dora Ricca. Il capolavoro letterario di Antoine de Saint-Exupérey ha tenuto in entrambi i turni di spettacolo, ieri pomeriggio, incollati occhi e cuore di una platea di bimbi che andava dai piccoli di tre anni fino ai più grandicelli, insieme ai loro genitori, e a qualche meritevole maestra che ha fatto della rassegna teatrale Teatro da favola un impegno di classe.

Il Piccolo Principe, interpretato alla perfezione da Paolo Cutuli nei suoi dubbi incantati e nelle sue domande piene di involontaria ironia di bambino in cerca di spiegazioni davanti al bizzarro e spesso incomprensibile mondo dei grandi, per un’ora buona ha girovagato di pianeta in pianeta incontrando strani personaggi (il re, il vanitoso, il ricco, ognuno con la sua piccola-grande follia dell’età adulta, dal voler essere obbedito, al voler essere ammirato, al voler acquistare e gestire le stelle anche se il Piccolo Principe obietta: “Ma tu non sei di nessuna utilità alle stelle, a che ti serve possederle?”). Puntualissima la trasposizione teatrale non solo nel viaggio interstellare del principe bambino, vissuto in flashback, ma anche nel dialogo con l’aviatore caduto nel deserto con il suo aereoplano (Francesco Aiello, che ha recitato anche gli altri personaggi).

piccolo principe okE così dopo i fondamentali incontri con il serpente e con la “sua” volpe che gli insegna l’amicizia (“Tu non hai bisogno di me e io non ho bisogno di te, ma se mi addomestichi avremo bisogno l’uno dell’altro, non si vede bene che col cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi!”), il Piccolo Principe farà ritorno sul suo asteroide B612, con il quale non aveva mancato di danzare davanti ai bambini, con deliziosi tocchi di tarantella che confermano una tradizione intessuta di accenti del territorio della storica compagnia dell’Acquario. Disponibili come sempre con passione per il loro impegno e grande cortesia, gli attori, al dialogo con i piccoli che hanno voluto rivolgere qualche domanda. La rassegna Teatro da favola, prodotta da Xenia Spettacoli di Teo Sinopoli, torna a febbraio. Imperdibili i prossimi appuntamenti, che vanno dal Brutto Anatroccolo a Cappuccetti Colorati a Hansel e Gretel.

Prevendite disponibili a Soverato nella ricevitoria “Quelli del Toto” in via Corso Umberto 220. Gli spettacoli sono tutti di sabato pomeriggio, con inizio alle 16.30 e replica intorno alle 18.30. Ogni spettacolo ha un tema ben preciso con un messaggio tutto da scoprire per i piccoli e per le loro famiglie, nell’ambito di una rilettura dei grandi classici per bambini che oltre ai grandi temi di sempre, dalla paura alla diversità alla forza dell’amore, si inserisce nella loro contemporaneità parlando ad esempio di corretta alimentazione (Hansel e Gretel) o società multietnica (Il brutto anatroccolo), e avvicinandoli alla musica e al teatro in maniera creativa (Cappuccetti Colorati).

Teresa Pittelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.