Piano di riequilibrio e conti: ore delicate per il Comune di Soverato

0
1029
comune soverato
Palazzo del Comune di Soverato

Solo due ore all’inizio del consiglio comunale che dovrebbe esaminare – secondo la richiesta della minoranza – la relazione con l’elenco dei debiti certi ed esigibili pagati e/o in pagamento con i circa 16 milioni di euro anticipati dalla Cassa depositi e prestiti (al primo punto all’ordine del giorno), e il debito fuori bilancio per la sentenza del Consiglio di stato che ha condannato il Comune a risarcire gli eredi Caminiti con oltre 4 milioni di euro (secondo punto all’ordine del giorno). Questioni molto delicate per le finanze del Comune, che proprio in questi giorni sta mettendo a punto una rimodulazione del piano di riequilibrio, come da richiesta avanzata dal sindaco, Ernesto Alecci, con una nota del 28 agosto scorso.

A chiarire i termini della rimodulazione è proprio la Corte dei conti, che pochi giorni fa ha pubblicato sul sito istituzionale la delibera n.58/2015 (depositata però il 9 settembre) con la quale la Corte accetta la richiesta del Comune di Soverato di rimodulare il piano, assegnando un termine di sessanta giorni che scade il prossimo 18 ottobre. Questa settimana è dunque decisiva per l’approvazione del piano di riequilibrio rimodulato, che dovrebbe però anche passare per la giunta e per il consiglio comunale. Entrambi i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale di oggi andrebbero poi inseriti nel piano di riequilibrio. Ma è tutto da vedere se e come questi punti saranno oggi discussi e approvati. Considerando i toni alti e i momenti di confusione della scorsa seduta d’aula, cosa riserva l’appuntamento di oggi?

 

Teresa Pittelli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.